FITOTERAPIA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

FITOTERAPIA

Messaggio  Ospite il Ven 16 Apr 2010, 11:31

FITOTERAPIA: cos’è?

La fitoterapia viene utilizzata fin dai tempi antichi, e probabilmente la si può considerare come la prima pratica utilizzata per fini terapeutici. Si basa sull’utilizzo delle piante o dei loro estratti per curare le malattie, o più semplicemente per mantenere un certo benessere nell’organismo.
L’OMS definisce pianta medicinale ogni vegetale contenente, in uno o più dei suoi organi, sostanze che possono essere utilizzate per fini terapeutici.
In seguito alla sintetizzazione dei farmaci moderni la fitoterapia venne messa da parte, ma riscoperta da alcuni anni sia come metodo alternativo, sia come metodo integrativo a quello tradizionale a causa delle minori controindicazioni ed effetti collaterali.
Spesso però si trovano in vendita preparazioni prodotte e diffuse non tanto per motivazioni scientifiche, quanto per motivazioni commerciali.
Le preparazioni si ottengono partendo dal materiale vegetale essiccato oppure fresco tramite estrazioni con solventi al fine di ottenere tinture, infusi, decotti, estratti secchi ed estratti molli.
COS’E’ IL FITOCOMPLESSO
Ogni pianta contiene un numero variabile di componenti, individuabili mediante le moderne apparecchiature; la maggior parte di queste sostanze chimiche ha proprietà medicamentose, altre invece sono inerti. Tutte insieme formano il cosiddetto fitocomplesso, responsabile delle proprietà curative di una pianta, che possono essere diverse da quelle dei componenti presi singolarmente; ecco perché ogni pianta possiede una capacità curativa predominante e talvolta altre secondarie.
QUALITA’ DELLE PIANTE MEDICINALI
Sono sufficienti un esame visivo e un esame al microscopio effettuati dai tecnici di laboratorio per stabilire l’appartenenza ad una specie e verificare l’eventuale presenza di muffe, corpi estranei o insetti.
E’ molto importante l’appartenenza ad una specie, infatti varietà diverse di una stessa specie possono non avere le stesse caratteristiche curative e una sola delle forme botaniche viene considerata come la più dotata di capacità curative.
La fitoterapia si definisce scientifica anche grazie alla standardizzazione dei prodotti, che ne assicura anche una maggiore proprietà curativa, facendo in modo che essi siano sempre uguali a sé stessi.
A questo scopo si utilizza un procedimento detto “titolazione” che permette di verificare in modo preciso,la presenza, la qualità e la quantità dei componenti del fitocomplesso.
La Farmacopea Ufficiale della Repubblica Italiana limita inoltre la presenza in quantità ridotte delle seguenti sostanze contaminanti:
- Carica batterica
- Aflatossine: sostanze tossiche prodotti da particolari funghi
- Metalli pesanti: soprattutto piombo, cadmio e mercurio
- Radioattività:per prodotti provenienti da zone a rischio
- Pesticidi usati in agricoltura

Ogni prodotto a base di piante medicinali dovrebbe fornire, per essere considerato attendibile, almeno queste informazioni:
- Nome botanico in latino delle piante utilizzate
- Nome dei principi attivi
- Titolazione di questi ultimi
- Forma farmaceutica e sua quantità espressa in mg
- Dose giornaliera, modo e durata della somministrazione
- Scadenza del prodotto

Mammasandra

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum